Un ecografo di ultima generazione in dono alla Neonatologia dell’ASST Bergamo Est

Un ecografo di ultima generazione in dono alla Neonatologia dell’ASST Bergamo Est

La Fondazione Banca Popolare di Bergamo e l’Associazione Insieme per Crescere Onlus hanno donato alla Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale dell’ASST Bergamo Est, con sede presso l’ospedale Bolognini di Seriate, un ecografo di ultima generazione che grazie ad immagini ad alta definizione permetterà diagnosi ancora più accurate sui nati prematuri.

L’Unità operativa dedicata ai bimbi nati pretermine è diretta dalla dottoressa Cristina Bellan e dispone di 6 posti di Terapia Intensiva e 11 posti di Patologia neonatale. Vengono ricoverati mediamente 300 neonati all’anno, per la maggior parte prematuri e tra questi anche neonati di peso molto basso alla nascita (< 1000 g).

L’ecografo garantisce straordinarie prestazioni offrendo un approccio nuovo per la formazione delle immagini ecografiche. Grazie alle sue funzionalità avanzate gli esami sono più semplici da eseguire e offrono livelli di informazioni cliniche elevatissimi. La sua interfaccia consente di accedere rapidamente alle funzioni del sistema e di completare un esame in tempi molto ridotti e con una eccellente efficacia.

“Fondazione Banca Popolare di Bergamo è da sempre al nostro fianco, pronta a sostenere i nostri bisogni tecnologici e strutturali e  l’Associazione Insieme per Crescere Onlus è anche costantemente presente in reparto e vicina a genitori e famiglie dei piccoli ricoverati” – commenta il direttore generale dell’ASST Bergamo Est, Francesco Locati – lo strumento donato non solo è utile all’assistenza dei nostri neonati, ma rappresenta anche un segnale di vicinanza e fiducia nei confronti delle attività svolte quotidianamente con dedizione e professionalità dai nostri operatori

“Si tratta di un’acquisizione preziosa per la Terapia Intensiva Neonatale e Neonatologia – spiega Cristina Bellan, che avrà un impatto importante sulle nostre prassi assistenziali. L’ecografo di ultimissima generazione amplierà significativamente le potenzialità diagnostiche già in essere nella nostra TIN con la possibilità di acquisire immagini estremamente precise e fedeli. In particolare, le caratteristiche dell’ecografo consentiranno una valutazione emodinamica e funzionale di tutti i neonati “critici”, di vitale importanza anche nella gestione terapeutica e farmacologica di questa tipologia di pazienti.

Saranno ulteriormente implementate le attività di ecocardiografia, di ecografia polmonare, addominale. La modernissima apparecchiatura arricchirà ulteriormente la dotazione tecnologica del reparto di Neonatologia.

Per Armando Santus, Presidente Fondazione Banca Popolare di Bergamo: “Contribuire alla cura, all’assistenza e al progresso medico-scientifico è per la Fondazione Banca Popolare di Bergamo motivo di grande soddisfazione oltre che scopo istituzionale. Consegnare questo nuovo ecografo nelle sapienti mani degli operatori della Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale ASST Bergamo Est dell’Ospedale Bolognini, con l’associazione Insieme per Crescere, è anche, al di là del valore dello strumento diagnostico in sé, un gesto di fiducia e uno sguardo rivolto al futuro. I piccoli nati prematuri, a cui questo nuovo ecografo garantirà una diagnosi migliore, più precisa ed efficace, hanno bisogno di un aiuto in più per poter spiccare il volo, spesso, con più forza e determinazione di altri. Nell’inverno demografico che attraversa la nostra società, e che ci riguarda anche da vicino, Fondazione Banca Popolare di Bergamo sente ancora più urgente l’impegno per la promozione e la tutela della vita, della genitorialità e delle famiglie”.

Per Andrea Pontello, Presidente dell’Associazione Insieme Per Crescere Onlus: “Siamo nati nel 2001 dalla volontà e dal comune sforzo di alcuni genitori, medici, infermieri e volontari del reparto di Neonatologia-TIN. Da allora supportiamo l’attività del reparto promuovendo iniziative finalizzate alla raccolta di fondi che vengono destinati all’acquisto di apparecchiature tecnologicamente avanzate per garantire un’assistenza in linea con le aggiornate evidenze scientifiche. Da sempre promuoviamo iniziative atte a migliorare la qualità delle cure dei neonati ricoverati, all’arricchimento della formazione medico professionale degli operatori cosicché i piccoli pazienti che saranno gli adulti di domani, possano disporre delle migliori tecnologie e cure al passo con i tempi.”

Torna alle news